archivio digitale della Crusca
  • archivio della crusca

Scheda di archivio


Collocazione


Livello di descrizione

SottoFascicolo

Titolo

Critiche al Vocabolario nella sua quinta impressione [Estratti di Giornali e articoli vari]

Data Iniziale

28 Marzo 1844

Data Finale

marzo 1852

Consistenza

14 cc. più 6 cc. allegate

Contenuto

La cartella moderna è intestata a penna da Francesco Pagliai: «Critiche al Vocabolario nella sua quinta impressione [Estratti di Giornali e articoli vari]», sopra l'intestazione sono stati apposti a lapis la lettera "c" e il numero "3". Diamo di seguito l'indice del contenuto della cartella:
1. «Critica sulle quarantotto pagine del Vocabolario degli Accademici della Crusca [di Gaetano Valeriani], estratta dal Giornale detto l'"Omnibus" stampato in Napoli con data del 28 Marzo 1844 e n° 48 Anno undecimo», cc. 1-6;
2. «Vocabolario degli Accademici della Crusca Quinta impressione [...] Firenze 1849 nelle stanze dell'Accademia (Il fascicolo n° V, di pag. dal 229 al 288), Estratto dal "Giornale Arcadico di Scienze, Lettere ed Arti": Vol. CXVIII Roma 1850 pag. 369», cc. 7 e 8;
3. "Cronaca italiana" di Ignazio Cantù, marzo 1852, «Articolo estratto dal vol. 1° puntata 6a pag. 160-61, delle "Letture di famiglia", opera illustrata con incisioni in acciaio che si pubblica dalla Sezione Letterario-Artistica del Lloyd Austriaco Trieste 1852», cc. 9 e 10;
4. "Il Vocabolario della Crusca", articolo tradotto dal tedesco da Giannina Molini, Firenze 18 Gennaio 1848, cc. 11 e 12;
5. Notizie di articoli pubblicati su vari giornali, c. 13;
6. Notizie di articoli pubblicati su vari giornali, «A dì 18 Marzo 1848», c. 14.
Sono presenti sei carte allegate.

Nomi

Francesco Pagliai
Gaetano Valeriani
Omnibus
Giornale Arcadico di Scienze, Lettere ed Arti
Ignazio Cantù
Giannina Molini

Luoghi

Napoli
Roma
Firenze

Ordinamento

La cartella moderna conserva un fascicoletto di 6 cc., legato con spaghino, e 8 cc. sciolte per un totale di 14 cc., oltre a sei carte allegate. Ciascun documento è numerato a matita rossa nell'angolo superiore destro con i nn. da 1 a 6. Le carte dei singoli documenti sono state numerate ora lapis con i nn. da 1 a 14. Le cc. 5, 6 e 8 sono bianche.

Scheda a cura di

Fiammetta Fiorelli

Revisione a cura di

Elisabetta Benucci